Ho il pene storto: è grave? Sintomi, cause e soluzioni per invertire la curva

Molti uomini hanno il pene contorto. Non è normale, ma non deve nemmeno essere una cosa seria. Se hai sempre avuto un pene storto e non noti alcun cambiamento, probabilmente la colpa è dei tuoi geni. E sì, si può ereditare un naso a tromba, proprio come un pene storto. La buona notizia è che non si prova alcun dolore durante il rapporto sessuale e che il sesso funziona correttamente. La cattiva notizia è che questa leggera deformità a volte può farti sentire un po’ a disagio. In questo caso, un pene contorto può avere un effetto negativo sulla vostra vita sessuale. Questo può portare alla disfunzione erettile.

D’altra parte, se la deformità è apparsa durante la notte, può essere un segno dell’insorgenza della malattia di Lapeyronia. In questo caso, vi consiglio di consultare un medico. Anche se vedremo insieme che l’autodiagnosi è abbastanza semplice da eseguire.

Il mio pene è curvo: eredità genetica o malattia di Lapeyronie?

Si stima che la malattia di Lapeyronia colpisca tra il 3 e il 9% della popolazione. Sebbene la sua diagnosi e gli studi sull’argomento siano recenti, la sua scoperta risale al XVIII secolo. Il dottor Lapeyronie, chirurgo e confidente del re Luigi XIV, è stato il primo a descrivere i sintomi di questa malattia.

Cosa causa un pene contorto?

Se il vostro pene è sempre stato contorto, la causa è genetica. In questo caso, non c’è altra spiegazione se non la somiglianza padre-figlio. Se la curvatura è apparsa spontaneamente e peggiora nel tempo, potrebbe essere Lapeyronia.
Le cause non sono note con certezza. Tuttavia, i medici ritengono che il pene contorto sia il risultato di ripetuti microtraumi. È possibile che abbiate già avvertito questo forte dolore al pene durante un intenso rapporto sessuale. Il dolore è spesso accompagnato da un tonfo, come se qualcosa si fosse rotto. Non è solo una sensazione. Sono le fibre e i tessuti all’interno del pene che si rompono. Naturalmente, questa rottura è microscopica e nella maggior parte dei casi è impercettibile. Di solito, questa spiacevole sensazione scompare dopo poche ore, al massimo un giorno o due.

LEGGI  Diventare duri con il miele: le api offrono un efficace afrodisiaco naturale?

Con ogni microtrauma, il corpo innesca il fenomeno della guarigione. Tuttavia, con la forza si formano delle placche fibrose nel corpo cavernoso del pene. Alla fine, queste placche indurite deformano il sesso e il pene diventa curvo. I soggetti più interessati hanno generalmente più di 50 anni, a questa età le fibre sono più fragili. Tuttavia, il pene contorto può verificarsi anche in soggetti di età superiore ai 20 anni. Come le ho detto, le cause esatte non sono realmente definite.

Quali sono i sintomi della malattia di Lapeyronia?

Secondo l’Associazione Francese di Urologia, la malattia di Lapeyronia si manifesta con la comparsa improvvisa di 3 sintomi:

  • Dolore. Questo scompare normalmente da 6 a 8 mesi dopo l’insorgenza della malattia. Alcuni uomini provano dolore solo durante il sesso. Altri, invece, soffrono di dolore mentre il pene è in uno stato di flaccidità.
  • La deformità del pene. Il pene è attorcigliato in qualsiasi direzione: ventrale, dorsale o misto. L’angolo di curvatura varia da paziente a paziente, ma tende a peggiorare nel tempo. In rari casi, il pene è attorcigliato a 90°.
  • Disfunzione erettile. La curvatura del pene impedisce al sangue di riempire correttamente i corpi spugnosi del pene. In questo caso il soggetto sperimenta o un’erezione morbida o la totale incapacità di diventare duro. Alcuni uomini che hanno un pene contorto sperimentano anche questo tipo di disfunzione erettile. La vergogna o la paura di non essere all’altezza impedisce al paziente di godersi la sua vita sessuale.

Questi sintomi non sono necessariamente sistematici o sempre correlati. In altre parole, se avvertite uno di questi sintomi, vi consiglio di consultare un medico. Lui o lei prescriverà certamente un’ecografia. Tuttavia, è ancora la palpitazione che determinerà se si ha questa malattia. Prima si viene curati, più è probabile che il trattamento funzioni.

LEGGI  Qual è la dimensione media di un pene a riposo?

Ho un pene contorto: quali sono le conseguenze?

La malattia di Lapeyronia è rara, ma quasi un uomo su dieci ha il pene contorto. Mentre le cause sono genetiche, le conseguenze sulla vita sessuale sono spesso psicologiche. Quando un uomo nota un’anomalia nel suo sesso, spesso si innesca un effetto a palla di neve.

Il pene contorto: ci sono soluzioni?

Nel caso della malattia di Lapeyronie, i risultati degli studi sulla guarigione sono misti. Su 246 uomini, nei primi 18 mesi della malattia, il 40% non ha notato alcun cambiamento nelle loro condizioni. Tuttavia, il 48% di loro vede peggiorare le proprie condizioni e solo il 12% mostra un notevole miglioramento. Nel complesso, senza trattamento, le possibilità di recupero sono meno probabili. Da diversi anni i medici stanno lavorando su soluzioni, ma i risultati sono tutt’altro che soddisfacenti. Per questo motivo il più delle volte verrà proposto un trattamento additivo che combina diverse di queste soluzioni.

Per quanto riguarda il pene contorto acquisito dalla nascita, anche qui ci sono poche alternative. In realtà, dipenderà soprattutto dal grado di curvatura del pene e dall’età del paziente.

Chirurgia.

Come vi ho detto, la malattia di Lapeyronie è l’indurimento delle placche fibrose nel pene. Alcuni interventi chirurgici consistono quindi nella rimozione di queste infami placche che sono all’origine del pene contorto. Tuttavia, questa operazione è rischiosa e il suo successo dipenderà da quanto è avanzata la malattia. Mentre questa soluzione risolve il problema del pene storto, i sintomi associati alla disfunzione erettile persistono.

Nel caso di un pene contorto dalla nascita, l’intervento chirurgico è raramente raccomandato. Tuttavia, se la curvatura è considerata disabilitante e il paziente viene curato fin da piccolo, verrà offerta la chirurgia plastica.

LEGGI  Aumentare la circonferenza del pene: come ingrandire il diametro del pene?

Farmaci.

Ci sono molti trattamenti farmacologici.

  • Vitamina E: è essenziale durante la ricostruzione dei tessuti e delle fibre.
  • L’iniezione di corticoidi aiuta a ridurre il dolore.
  • Pentossifillina, è un potente vasodilatatore, prescritto anche ai pazienti affetti da arterite agli arti inferiori.

Purtroppo finora nessuno dei suoi trattamenti è riuscito a fermare la formazione di placche. Recentemente, tuttavia, i medici si sono rivolti a un nuovo farmaco che sembra essere efficace in 2/3 dei pazienti con la malattia di Lapeyronia. Si tratta di un nuovo farmaco chiamato Xiapex che viene iniettato direttamente nel pene. Questo trattamento permetterebbe di ottenere tra i 15 e i 20 gradi di curvatura.

Estensori per il pene

Sia che soffriate di Lapeyronia o che abbiate semplicemente un pene contorto, un estensore del pene è l’opzione migliore. Questo metodo non invasivo può migliorare significativamente la curvatura del pene. Spesso utilizzato da uomini insoddisfatti delle dimensioni del pene, l’estensore viene offerto anche ai pazienti con il pene contorto.

Gli studi mostrano un miglioramento del 60% dopo 6 mesi di utilizzo. La maggior parte delle marche offrono un prodotto completamente invisibile che si può indossare tutto il giorno, se lo si desidera. Tuttavia, alcuni estensori del pene sono più efficaci di altri. Alcuni combinano il meccanismo della pompa per il pene con quello dell’estensore. Tra questi prodotti innovativi, abbiamo testato Phallosan, che ha dimostrato di essere un prodotto di ottima qualità.

Jean-Michel COHEN

Jean-Michel è stato un giornalista sanitario di Medisite per 6 anni, prima di entrare nella redazione di peacereporter.net nell'aprile 2020, come responsabile della sezione salute, psico e sesso. È laureato al Centre de Formation et de Perfectionnement des Journalistes (CFPJ).

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Peacereporter.net