Corona con perline – Causa e trattamento

Gli uomini che escono dalla pubertà possono trovarsi di fronte alla corona perlata della ghianda.
È soprattutto un fenomeno fisiologico. È naturale negli uomini e non presenta rischi significativi.
Questo articolo si concentrerà esclusivamente su questa patologia che colpisce gli uomini. Scoprirete le cause e vi spiegheremo i diversi comportamenti da adottare.

Presentazione fisica della corona perlata del glande

La corona perlata del glande si mostra attraverso i rigonfiamenti locali sulla corona del glande. Quando il sesso è completamente decorticato, è la parte inferiore del bordo del glande.
La corona con perline mostrerà lesioni di un colore quasi identico a quello della pelle, oppure si possono trovare macchie biancastre. Questi sintomi sono distribuiti in modo uniforme. Gli specialisti confermano che è possibile avere un aspetto corneo della corona perlata del glande, ma questo è ancora relativamente raro.

La corona di perle può toccare le donne?

La risposta è sì. Non parleremo della corona perlata della ghianda, ma della corona perlata della vulva. Tuttavia, questo nome è piuttosto strano, così gli scienziati hanno optato per una versione più accademica: la papillomatosi fisiologica.

Cosa causa la formazione di una corona di perle?

Si trova in un punto specifico della vita, di solito dopo la pubertà.
L’infiammazione fisiologica è ancora oggi oggetto di molte ricerche per gli scienziati. Finora non è stata definita alcuna causa specifica. La corona di perle si è potuta formare grazie all’abbondanza di ormoni che si verifica in questo momento della vita di un uomo.

È grave, dottore? Se sì, qual è il trattamento per la corona di perle della ghianda?

E’ solo una patologia. Si tratta di una reazione fisica che avviene al momento della pubertà, molto probabilmente a causa dell’elevata abbondanza di ormoni in quel momento. Non è una malattia in sé.
Non è necessario utilizzare un trattamento. Comunque, non esiste una cura!
La patologia andrà via naturalmente nel tempo. Non c’è nulla di cui preoccuparsi.

LEGGI  15 Cose che non sai ancora sui maschi

Siate vigili e non confondete la corona di perle con i condilomi.

I medici di medicina generale possono effettuare un’ispezione del glande e trovare condilomi. Non sono la stessa cosa. I condilomi fanno parte di un’infezione sessualmente trasmissibile, il che non è il caso della corona perlata del glande.
Come trovare la differenza (o le differenze) tra le due patologie? La corona perlata del glande presenta lesioni regolari. Sono tutti della stessa dimensione e si trovano ben al di sotto del bordo del glande. A differenza dei condilomi che hanno lesioni irregolari.

Qual è la possibile evoluzione della corona di perle della ghianda? È necessario rimuoverla quando si è interessati da questa patologia?

Le lesioni sotto il bordo del glande non scompariranno da un giorno all’altro. Con il tempo, possono svanire…
La rimozione della corona di perle dal glande non è obbligatoria. Poiché si tratta solo di una condizione benigna, non è necessario farlo.
I pazienti che eseguono questa manipolazione lo fanno solo per ragioni estetiche. Questo accade spesso quando si sentono complessi sul loro aspetto fisico.
La rimozione della corona di perle dal glande sarà effettuata molto facilmente. Ci sono due possibili metodi di eliminazione, con elettrocoagulazione o laser. Naturalmente, l’uomo non prova alcun dolore, poiché tutto viene fatto in anestesia locale.

Quali sono le conseguenze della corona di perle del glande sulle relazioni intime?

La corona di perle della ghianda non è contagiosa. Non avrà alcun impatto nell’ambito del rapporto sessuale. Per chi è preoccupato, è importante conoscere la corona di perle della ghianda, per rassicurare la coppia. Non è utile pensare a un’infezione sessualmente trasmissibile.

LEGGI  Abbiamo testato il Member XXL: la nostra opinione e l'opinione degli utenti

È un fenomeno comune tra gli uomini?

Al momento, ci sono poche informazioni su questo argomento. Si potrebbe pensare che non ci siano molti uomini coinvolti. Il motivo della consultazione diventa frequente non appena si verifica un disagio che si manifesta o il paziente sente un complesso più o meno importante.

Jean-Michel COHEN

Jean-Michel è stato un giornalista sanitario di Medisite per 6 anni, prima di entrare nella redazione di peacereporter.net nell'aprile 2020, come responsabile della sezione salute, psico e sesso. È laureato al Centre de Formation et de Perfectionnement des Journalistes (CFPJ).

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Peacereporter.net