Come funziona l’erezione? La meccanica del pene per diventare duro

È un fenomeno naturale che è al centro dell’attenzione durante il sesso. Nonostante ciò, raramente ci chiediamo come funziona l’erezione e ci sono molte idee preconcette sul pene che si indurisce. In questo articolo, solleveremo il velo su un argomento che a volte viene frainteso, vediamo insieme, la meccanica del pene.

Come avviene un’erezione?

Il più delle volte il pene è a riposo, si dice che sia in uno stato flaccido. Tranne nel caso particolare di un’erezione involontaria, in realtà tutto inizia molto più in alto nel corpo, nel cervello. Come sapete, per avere un’erezione, ci deve essere prima l’eccitazione. L’erezione è quindi un fenomeno psicogeno. Spesso è visiva, ma anche tattile o addirittura legata all’olfatto, l’eccitazione è specifica di ogni uomo. Il fatto è che quando si verifica, la chimica del cervello, principalmente attraverso la serotonina, invia un messaggio nervoso. Questi segnali viaggiano lungo il midollo spinale fino ai nervi erettoriali. Questi sono collegati alle fibre muscolari del pene.
La muscolatura liscia del pene si rilasserà e aumenterà il flusso sanguigno permettendo al pene di espandersi. Questo perché il pene è pieno di vasi sanguigni, che si trovano sia nel corpo spugnoso che nel corpo cavernoso. Quando queste si riempiono, sotto l’effetto della vasodilatazione, il pene si gonfia e si raddrizza gradualmente.

Ma il pene non solo diventa più grande, perché la penetrazione avvenga, deve raggiungere una certa rigidità. Per questo, la pressione causata dall’aumento del flusso sanguigno deve salire fino alla sua soglia massima. Ciò è reso possibile da un meccanismo di compressione che riduce il ritorno venoso. Infatti, il pene si riempie di sangue, che aumenta la pressione, diminuendo così sempre più il ritorno venoso. Quando il pene è rigido e quindi eretto, il suo ritorno venoso viene bloccato fino all’eiaculazione.

LEGGI  Qual è il miglior vasodilatatore naturale: il nostro top 20

Ora sapete come funziona l’erezione. Tutto sommato, è una storia di messaggi nervosi e vasodilatazione.

Quanto dura l’erezione?

Abbiamo risposto alla domanda su come funziona l’erezione. Tuttavia, ciò che segue è spesso ciò che interessa di più agli uomini. Spesso è fonte di ansia o frustrazione.

Sono stati effettuati diversi studi sull’argomento, soprattutto in considerazione del numero di uomini che temono di soffrire di eiaculazione precoce. L’erezione di un eiaculatore precoce dura meno di un minuto. Negli uomini che non soffrono di alcun disturbo, può durare fino a 20 minuti, compresi 10 minuti di coito. Dopo l’eiaculazione, il pene ritorna gradualmente allo stato flaccido. Alcuni uomini potranno avere una seconda erezione 5 minuti dopo, ma per la maggior parte di essi ci vorrà circa mezz’ora prima che il pene si raddrizzi di nuovo.

Poi, naturalmente, l’uomo sarà sempre alla ricerca di modi per ottenere un’erezione più forte, anche se è nella norma. Lo stesso vale per la dimensione! Oltre a sapere come funziona un’erezione, la dimensione media del pene è un altro problema con cui molti uomini stanno lottando. Beh, di nuovo, sono stati fatti molti studi. I dati differiscono un po’, ma in media un pene eretto misura 13,12 cm. Il caso particolare del micro pene non supera i 7 cm di erezione.

Come funziona l’erezione: disfunzioni

Anche se sappiamo come funziona un’erezione, è importante anche essere consapevoli delle sue possibili disfunzioni. Possono influenzare qualsiasi uomo in qualsiasi momento della sua vita sessuale. Anche se la probabilità di soffrire di disfunzione erettile aumenta con l’età e alcune malattie cardiovascolari o neurologiche.

La più comune riguarda la durata dell’erezione, ne abbiamo già parlato, si chiama eiaculazione precoce. In realtà, più di un terzo della popolazione ne soffre. Anche se ci sono molte soluzioni per controllare l’eiaculazione precoce, le prestazioni sessuali rimangono un argomento delicato per molti uomini. Il secondo disturbo più frequentemente citato quando ci si chiede come funziona un’erezione è l’impotenza. Questo può accadere all’improvviso e sporadicamente, ma in altri casi la difficoltà di alzarsi diventa più marcata e prende piede a lungo termine. Molto spesso è lo stato psicologico che viene messo in discussione, soprattutto l’ansia o lo stress.

LEGGI  Cosa mangiare per far durare più a lungo il sesso? Il nostro consiglio

In alcuni casi l’erezione avviene ma rimane in uno stato intermedio tra flaccidità e rigidità. Questo è ciò che è comunemente noto come una benda morbida. Ora che sapete come funziona l’erezione, siete in grado di capire cosa sta succedendo: il ritorno venoso non si blocca e il pene non accumula abbastanza pressione per essere rigido.

Ma l’erezione è un fenomeno molto capriccioso. Infatti, in alcuni casi il processo si innesca senza eccitazione sessuale. In questo caso si parla di erezione involontaria. L’erezione notturna è la sua forma meno fastidiosa, è anche necessaria perché permette al tessuto muscolare di ossigenarsi. Un uomo sano avrà da 3 a 5 erezioni notturne.

Disfunzione erettile: esistono soluzioni naturali!

Molte persone si sentono impotenti di fronte a questo tipo di disfunzioni. Tuttavia, tutti gli uomini sperimentano un giorno o l’altro una situazione di impotenza o di eiaculazione precoce. Di solito non c’è bisogno di preoccuparsi. Tuttavia, può avere un impatto sulla vostra vita sessuale e in questo caso è necessario trovare una soluzione. Per fortuna ce ne sono diversi, molti dei quali sono naturali. E ora che sapete come funziona un’erezione, capirete perché sono efficaci.

Prima di tutto, ci sono le cosiddette soluzioni “meccaniche” che aiutano a migliorare la circolazione sanguigna. I più semplici sono simili ai massaggi del pene, come il Jelqing. Ci sono anche esercizi di Kegel, che sono molto efficaci nell’aumentare la durata dell’erezione. Sono sicuro che avrete probabilmente sentito parlare delle pompe per il pene, che aiutano anche a mantenere l’erezione più a lungo e ad aumentare le dimensioni del pene.
E poi ci sono i prodotti da prendere come supplemento. Come il Viagra, queste pillole contengono solo ingredienti naturali e non sono dannose per la salute. Il più delle volte aiutano sia a rendere il pene più duro e più lungo, sia a combattere l’impotenza. I loro ingredienti sono infatti potenti vasodilatatori, di cui si capisce l’utilità ora che si sa come funziona un’erezione.

LEGGI  Erezione involontaria: perché è stata registrata accidentalmente e senza motivo?

Viasil: una pillola per risolvere tutti i problemi di erezione

Come potete immaginare, ci sono molti prodotti che aiutano a risolvere i problemi di erezione. Ne abbiamo testate diverse e vi invito a leggere la nostra opinione sulle migliori pillole per l’erezione per questo tipo di soluzione naturale. Da parte mia in questo articolo vi racconterò brevemente uno di questi, è Viasil che abbiamo testato per 2 mesi.

Questo prodotto agisce su due aspetti molto importanti dell’erezione: la circolazione del sangue e l’eccitazione sessuale. Ora che sapete come funziona l’erezione, capirete perché Viasil è un prodotto efficace. Infatti è raccomandato sia in caso di impotenza che di eiaculazione precoce. Con Viasil non avrete problemi a diventare duri e potrete durare fino a 9 minuti in più!
Questi ingredienti vasodilatatori permettono di ottenere un’erezione più dura per un periodo di tempo più lungo. Le potenti erbe afrodisiache in esso contenute aumentano la sensibilità del sistema nervoso all’eccitazione sessuale. In altre parole, Viasil aumenta la vostra libido e ripristina la fiducia in voi stessi attraverso una vita sessuale appagante e sempre più intensa. Se siete interessati a questo rimedio naturale, vi consiglio di leggere il nostro articolo sul codice promozionale Viasil, per ottenere la vostra bottiglia al miglior prezzo.

Jean-Michel COHEN

Jean-Michel è stato un giornalista sanitario di Medisite per 6 anni, prima di entrare nella redazione di peacereporter.net nell'aprile 2020, come responsabile della sezione salute, psico e sesso. È laureato al Centre de Formation et de Perfectionnement des Journalistes (CFPJ).

We will be happy to hear your thoughts

      Leave a reply

      Peacereporter.net